Apomorfina

Il farmaco Apomorfina è stato approvato per per il trattamento della disfunzione erettile disfunzione erettile nel 2001. Questo farmaco veniva venduto in Europa con due marchi commerciali:

  • 1. Uprima
  • 2. Taluvian.

Elaboratore, produttore e titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio in Europa di Apomorfina era la società Abbott. Uno dei partner della società Abbott che forniva il farmaco per il trattamento della disfunzione erettile Apomorfina in Spagna, era la società Esteve.

Acquista Apomorfina pillole online

Abbott e Esteve fornivano sul mercato europeo le compresse sublinguali:

  • Apomorfina 2mg
  • Apomorfina 3mg.

Nel 2001, oltre alle compresse di Apomorfina, in Europa venivano vendute solamente le compresse di Sildenafil (Viagra).

Nonostante le attraenti condizioni concorrenziali sul mercato dei farmaci per il trattamento della disfunzione erettile, la società Abbott non è riuscita a commercializzare positivamente il farmaco Apomorfina.

I bassi livelli delle vendite al dettaglio di Apomorfina erano dovuti al fatto che questo farmaco agiva non più di 2 ore non era efficace nel trattamento di gravi forme della disfunzione erettile.

Il meccanismo d’azione di Apomorfina si basava sulla simulazione delle parti del sistema nervoso centrale (CNS) che regolano i meccanismi dell’erezione.

Il vantaggio di tale meccanismo d’azione consisteva nel fatto che Apomorfina era in grado di ripristinare la capacità di raggiungere l’erezione solamente in risposta a fantasie sessuali e/o stimoli sessuali visivi.

Lo svantaggio di tale meccanismo d’azione consisteva nel fatto che Apomorfina praticamente non influenzava le cause fisiologiche dell’assenza dell’erezione ed era poco efficace nel trattamento di forme miste della disfunzione erettile.

Per il trattamento della disfunzione erettile, l’Agenzia europea per i medicinali ha approvato due Apomorfina dosaggio : 2 mg e 3 mg. Tali dosaggi hanno garantito un positivo trattamento della disfunzione erettile solamente nei confronti della metà degli uomini affetti da problemi di erezione.

Le ricerche post-marketing hanno dimostrato che per raggiungere una rigida erezione, molti uomini erano costretti ad assumere alti Apomorfina dosaggio 5 mg o 6 mg.

I Apomorphine dosaggio superiori a 3mg provocavano in molti uomini nausea ed effetti collaterali, per cui una singola compressa di Apomorphine 3 mg veniva ritenuta il dosaggio singolo massimo di questo farmaco.

Oltre a questi seri svantaggi, Apomorphine presentava diversi vantaggi che però non sono riusciti a renderlo il miglior farmaco per il trattamento della disfunzione erettile.

Il primo vantaggio consisteva nel rapido inizio dell’azione. Le compresse sublinguali di Apomorfina iniziavano ad agire non più di 20 minuti dopo l’assunzione.

Il secondo vantaggio consisteva nel fatto che le compresse di Apomorfina potevano essere assunte ogni 8 ore, fino a tre volte al giorno.

A partire dal 2005, Apomorfina non viene più impiegato per il trattamento della disfunzione erettile sebbene continui ad essere venduto nelle farmacie.

Oggigiorno, al dettaglio è in vendita la soluzione iniettabile di Apomorfina che viene impiegata per il trattamento sintomatico del morbo di Parkinson.

L’influenza della soluzione iniettabile di Apomorfina sulla funzione sessuale maschile non è stata studiata, per cui non sarà opportuno farne ricorso per trattamento della disfunzione erettile.

  • Apomorfina in caso di morbo di Parkinson
  • Apomorfina: Terapia farmacologica in caso di morbo di Parkinson.

Oggigorno Apomorfina è un farmaco di scelta per i pazienti affetti da forma avanzata del morbo di Parkinson. Per un efficace trattamento di questa malattia degenerativa, viene impiegato Apomorfina sotto forma di:

  • soluzione per iniezioni 10 mg/ml.

Apomorfina esercita un effetto diretto sulle strutture dopaminergiche del cervello, stimolando la sintesi dell’ormone della dopamina. La somministrazione sottocutanea di Apomorfina contribuisce a migliorare la trasmissione degli impulsi tra i neuroni.

Ciò porta ad un graduale sollievo dei sintomi del morbo di Parkinson, quali:

  • Disturbi del linguaggio
  • Tremore degli arti
  • Lentezza nei movimenti
  • Forte rigidità muscolare.

Grazie a questo meccanismo d’azione, la regolare assunzione di Apomorfina aiuta i pazienti affetti dal morbo di Parkinson a ripristinare o mantenere la capacità di coordinare i propri movimenti.

Le siringhe-penne con soluzione Apomorfina vengono prescritte per il trattamento del morbo di Parkinson a pazienti non in grado di controllarne i sintomi per mezzo di farmaci preorali. In Europa, l’impiego di Apomorfina per il trattamento del morbo di Parkinson è stato approvato nel 2001.

Apomorfina per disfunzione erettile

Acquistare Apomorfina per il trattamento della disfunzione erettile.

Gli uomini a cui sono controindicati gli inibitori della PDE5 (Sildenafil, Tadalafil e Vardenafil), possono assumere Apomorfina per il trattamento della disfunzione erettile.

Sebbene Apomorfina sia meno efficace per risolvere il trattamento dell’impotenza rispetto agli inibitori della PDE5, il vantaggio principale di questo farmaco è rappresentato dalla sua sicurezza, legata ad un minor profilo di fenomeni collaterali.

Le compresse sublinguali Apomorphine 2 e 3 mg hanno iniziato ad essere impiegate in Europa per il trattamento della disfunzione erettile all’inizio del corrente secolo, quando sono stati registrati i farmaci:

  • Ixense
  • Uprima
  • Taluvian.

Ixense veniva venduto in Svezia, Austria, Germania, Francia e Italia. Potevano assumere Uprima per risolvere i problemi sessuali i residenti di Irlanda, Gran Bretagna, Spagna, Francia, Svezia e Norvegia. Taluvian veniva venduto solamente in Spagna.

Nonostante la vasta copertura geografica del mercato, i farmaci a base di Apomorfina per il trattamento della disfunzione sessuale non riscuotevano successo commerciale.

Il 13 maggio 2004, su richiesta della società proprietaria del marchio commerciale Taluvian (Abbott SpA Italy), questo farmaco venne ritirato dal mercato. Il 23 agosto dello stesso anno, una decisione analoga a quella della società Abbott venne presa dalla società Takeda, titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio di Ixense.

Il 28 maggio 2006 scadde il quinto anniversario dell’accordo commerciale di vendita di Uprima in Europa. La casa farmaceutica internazionale Abbott decise di non prorogare il termine della licenza commerciale a causa del basso livello di vendite del farmaco.

Attualmente Apomorfina non viene più impiegato per il trattamento della disfunzione sessuale. Attualmente, questo farmaco viene assunto solamente per il trattamento del morbo di Parkinson.

Apomorfina Indicazioni

Apomorfina: farmaco che viene prescritto ai pazienti affetti dal morbo di Parkinson.

La soluzione iniettabile Apomorfina non veniva sempre impiegata per il trattamento dei sintomi del morbo di Parkinson. A partire dalla metà degli anni ‘90 del secolo scorso, le originarie indicazioni per l’uso di Apomorfina erano:

  • Spasmi muscolari
  • Stati depressivi
  • Dipendenza da farmaci.

L’effetto antiparkinson del farmaco è stato comprovato dal dottor R.S. Schwab. A partire dal 1951, le indicazioni per l’uso di Apomorfina sono rappresentate dalle disfunzioni motorie causate dal morbo di Parkinson.

Questo farmaco va esclusivamente assunto per ridurre l’attività locomotoria spontanea. Tali sintomi frequenti del morbo di Parkinson quali disturbi del sonno o eccessiva sudorazione non rappresentano indicazioni per l’uso di Apomorfina.

La soluzione iniettabile non sempre è stata l’unica forma farmaceutica di Apomorfina. Dal 2001 al 2006, in molti paesi europei erano in vendita le compresse sublinguali Uprima, Taluvian e Ixense. Ciascuna compresse conteneva 2 o 3 mg di Apomorfina. L’indicazione per l’uso di Uprima, Taluvian e Ixense era rappresentata dalla disfunzione erettile.

Apomorfina Controindicazioni

Limitazioni per l’impiego di Apomorfina.

Per ridurre l’attività l’attività motoria spontanea in pazienti affetti dal morbo di Parkinson, occorre assumere Apomorfina solamente in assenza di controindicazioni. Non tutti i pazienti potranno assumere questo farmaco. Le controindicazioni per l’uso di Apomorfina sono:

  • Età inferiore a 17 anni
  • Difficoltà respiratorie
  • Insufficienza epatica acuta
  • Ipersensibilità verso il componente attivo.

Non sono stati condotti studi sulla farmacocinetica dei farmaci a base di Apomorfina in pazienti dall’età inferiore a 18 anni. Pertanto, nei pazienti in età infantile e adolescente l’assunzione di Apomorfina è controindicata.

Le difficoltà respiratorie durante il sonno rappresentano un frequente disturbo nei pazienti affetti dal morbo di Parkinson.

Alle persone che presentano difficoltà respiratorie è controindicata l’assunzione di Apomorfina, in quanto questo farmaco può causare effetti respiratori complessi e ambigui:

  • aumento della frequenza respiratoria
  • riduzione della ventilazione polmonare
  • riduzione del volume respiratorio.

A volte l’assunzione di Apomorfina è legata all’aumento dell’attività degli enzimi epatici. Ai pazienti affetti da moderati e gravi disturbi della funzione epatica, questo farmaco può portare alla comparsa di sintomi di tossicità epatica.

Apomorfina viene prescritto in terapie combinate ad altri farmaci per il trattamento del morbo di Parkinson, quali Levodopa. Ma se l’assunzione di Levodopa è accompagnata da tali sintomi quali discinesia grave o distonia, l’assunzione di Apomorfina sarà controindicata.

Apomorfina Reazioni Collaterali

La mancata osservanza del regime di dosaggio stabilito di Apomorfina può causare alcune reazioni collaterali. Ai pazienti che per aumentare la rigidità del pene ricorrono ad alti dosaggi di questo farmaco, Apomorfina è in grado di provocare tali reazioni avverse quali:

  • sudorazione
  • giramenti di testa.

Frequenza ed intensività degli effetti collaterali dipendono direttamente da dosaggio e durata di assunzione di Apomorfina. Gli effetti avversi di Apomorfina presentano un lieve carattere a breve termine e scompaiono rapidamente una volta ridotto il dosaggio.

L’assunzione per via orale delle compresse Apomorfina per un periodo prolungato può provocare una sovrabbondanza di dopamina nell’organismo. Il notevole aumento della concentrazione di questo ormone, legato all’assunzione prolungata di Apomorfina, può causare l’ipotensione ortostatica.

I risultati di alcune ricerche cliniche confermano il fatto che se assunte a lungo, le compresse sublinguali Apomorfina sono altresì in grado di provocare tali reazioni collaterali quali:

  • Vomito (circa il 7% dei soggetti)
  • Nausea (più del 6% dei pazienti)
  • Sonnolenza (meno del 10% di uomini affetti da disfunzione erettile).

Nei confronti degli uomini anziani che per ripristinare la virilità assumono le compresse Apomorfina aumenta notevolmente il rischio di bradicardia o svenimento.

Se si osservano le raccomandazioni di assunzione di questo farmaco, Apomorfina assai raramente può provocare reazioni collaterali. L’alto profilo di sicurezza rappresenta il più significativo vantaggio di Apomorfina rispetto agli altri farmaci per il trattamento della disfunzione erettile.

Apomorfina in caso di morbo di Parkinson

Apomorfina: Terapia farmacologica in caso di morbo di Parkinson.

Oggigorno Apomorfina è un farmaco di scelta per i pazienti affetti da forma avanzata del morbo di Parkinson. Per un efficace trattamento di questa malattia degenerativa, viene impiegato Apomorfina sotto forma di:

  • soluzione per iniezioni 10 mg/ml.

Apomorfina esercita un effetto diretto sulle strutture dopaminergiche del cervello, stimolando la sintesi dell’ormone della dopamina. La somministrazione sottocutanea di Apomorfina contribuisce a migliorare la trasmissione degli impulsi tra i neuroni.

Ciò porta ad un graduale sollievo dei sintomi del morbo di Parkinson, quali:

  • Disturbi del linguaggio
  • Tremore degli arti
  • Lentezza nei movimenti
  • Forte rigidità muscolare.

Grazie a questo meccanismo d’azione, la regolare assunzione di Apomorfina aiuta i pazienti affetti dal morbo di Parkinson a ripristinare o mantenere la capacità di coordinare i propri movimenti.

Le siringhe-penne con soluzione Apomorfina vengono prescritte per il trattamento del morbo di Parkinson a pazienti non in grado di controllarne i sintomi per mezzo di farmaci preorali. In Europa, l’impiego di Apomorfina per il trattamento del morbo di Parkinson è stato approvato nel 2001.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami